• C.B.S. A TACTICAL FPS CLAN SINCE 2004

La Storia del Clan

Co.Ba.S. CLAN

Questo Clan è nato dallo spirito creativo e di intraprendenza di tre ragazzi che dopo aver giocato per parecchi mesi ed aver ricevuto offerte di adesione, hanno preferito fondare una loro associazione. Il desiderio di creare una organizzazione che rispecchiasse lo spirito dei suoi ideatori ha fatto sì che la scintilla della creatività si attivasse per costruire quello che voi state guardando in questo momento. Così l’addì 10 Febbraio 2004 ha visto la nascita del Co.Ba.S. Clan che, per i non amanti degli acronimi, significa: “Comando Base Strategica”. Lo scopo del Clan è di far divertire i suoi appartenenti, facendoli sentire parte di una squadra, stimolandone il “senso di appartenenza” e lo spirito di gruppo. Sebbene la vittoria sia il premio più ambito perché sa donare sensazioni inebrianti, noi siamo fermi sostenitori del più genuino spirito “decubertiano” de “l’importante è partecipare!”, perché la vittoria si sa dona la gloria in eterno, ma l’abilità e la bravura donano il rispetto “terreno”.

 

Internet, 10 febbraio 2004.
IL CAPO DI STATO MAGGIORE
(Gen. g. p. R.S. COBAS_Conte)

 

Il Co.Ba.S Clan nasce nel 2004 per opera di tre ragazzi che hanno deciso di provare per la prima volta l’esperienza dell’On-Line gaming sfruttando l’allora avveniristico gioco Ghost Recon della Ubisoft. Si trattava del più puro First Person Shooter esistente con particolarità esclusive che nessun altro gioco poteva offrire… era l’era degli sparatutto alla Quake, Unreal ed affini. Questo gioco presentava una curva di apprendimento molto ripida, ma una volta “scalata” sapeva donare esperienze indimenticabili di strategia, collaborazione ed intelligenza operativa sul campo. Ben presto il Clan si allarga e diventa una stella del panorama ludico on-line che per l’epoca era considerato quasi una stranezza. Successivamente il Clan conosce varie vicissitudini ed in coincidenza del “fade-out” di Ghost Recon si è reso necessario procedere con la migrazione verso il capitolo successivo della saga, complice anche il mancato sviluppo del precedente; si accendono così i riflettori su Ghost Recon Advanced Warfighter (GRAW) che costituisce un vero e proprio fiasco per la software house in quanto afflitto da notevoli problemi tecnici e comunque lontano dallo spirito tecnico-tattico del capostipite della saga. Anche il capitolo successivo GRAW 2 conferma (in peggio) la sensazione precedente: la software house stanno facendo giochi per vendere e non per gli appassionati! Bisogna farsene una ragione. In occasione del 2° capitolo di GRAW il gruppo Co.Ba.S. conoscre una scissione e parte dei suoi giocatori decidono di creare una “spin-off” e provare a vivere una propria esperienza. Il terzo capitolo del Clan si basa sulla esperienza di America’S Army e su Call of Duty. Parte dei player prova l’esperienza “realistica” offerta dal trainer dell’Esercito Americano riscoprendo il piacere di giocare un gioco finalmente all’altezza di Ghost Recon, fin quasi più tattico; mentre altri preferiscono una versione un po’ più arcade che trovano nei vari capitoli di COD. Anche per America’S Army arriva il tramonto e il capitolo successivo AAO3 risulta più un fiasco che altro e così eccoci ai giorni nostri. Anche i giocatori di COD dopo aver provato i vari capitoli si ritrovano a condividere con gli altri la nuova esperienza con Battlefield: Bad Company 2 e Battlefield 3. Per fortuna qualche volenteroso riesce a dare una risposta anche alla ricerca di tattica e con il gioco Red Orchesrta 2 anche la parte più sofisticata del Clan ritorna in auge impegnandosi in questo titolo molto intrigante. A seguire il clan si amplia avendo la possibilità di ospitare tra i suo ranghi altri amici molto intraprendenti che fortificano un filone legato a Battlefield che vede anche il test di Battlefield 4. Anche dalla parte dei “real” o “semireal” un filone viene coltivato: si tratta di giochi come l’ennesimo episodio di America’S Army (Proving grounds) che sebbene riesca a ritornare in parte alle origini, di contro non offre una community abbastanza frequentata per farne un gioco “attivo”. Anche Insurgency entra a far parte dei giochi del Clan. Inizia un periodo di attesa abbastanza lungo,dove il clan e i suoi affezionati provano giochi come Squad , Insurgency , ancora America’s Army. Il quarto capitolo del clan vede molti degli anziani andare via , lo zoccolo duro , il triumvirato, Conte, Nero, Zulu piu un manipolo di veri affezionati rimangono in attesa di tempi migliori. Tempi che non tardano ad arrivare, grazie a Zulu la sezione Squad rinasce a nuova vita, portando all’interno giocatori giovani e con molta voglia di fare, contemporaneamente il Direttivo del Co.Ba.S decide il cambio di tag da COBAS a CBS. Una volta raggiunto un buon numero di reclutamenti, alcuni CBS della sezione Squad coadiuvati da NERO vanno alla ricerca di un FPS tattico vecchia maniera, l’unico nel panorama videoludico sembra essere INSURGENCY : SANDSTORM . Un cambio epocale avviene nel clan, lo storico Comadante, in carica dalla fondazione, CBS_Conte , dichiara:

 

“Carissimi COBAS,
prima o poi doveva succedere…
Dopo anni passati alla guida attiva del clan, forse perché l’ho fondato io, è arrivato il momento di “diventare grandi” ed ammettere che ci sono priorità alle quali dare ascolto. Queste priorità non sono solo quelle derivanti dalla real life, ma anche dalla cyber life. In primis gli impegni personali stanno penalizzando molto la possibilità di dedicare il tempo necessario alla cyber life, in secundis la gestione del Clan merita attenzione e dedizione, strumenti che oggi non sono più in grado di garantire. Nell’ottica di assicurare a questo CLAN il massimo dell’attenzione da parte di chi lo governa, è arrivato il momento di farsi da parte perché sono consapevole che la mia latitanza non è più trascurabile, ma sta causando problemi.” Nuova linfa vitale subentra nel direttivo , due giovani membri, M.a.r.c.k e Maddog. Passaggio di consegna nelle mani del piu anziano nel clan, CBS_NERO, speranzoso di poter dare al clan un nuovo periodo di “competizione, divertimento, gaming”.

.